La vinificazione

Il Barolo deve invecchiare per almeno tre anni, di cui almeno uno e mezzo in botti di rovere

La
vinificazione

La vinificazione

Se l'invecchiamento si prolunga fino a conque anni, il vino può fregiarsi dell'appellativo di ‘Riserva’.

I Barolo di Fontanafredda sono prodotti con uve 100% Nebbiolo provenienti da una selezione di vigneti, in parte di proprietà dell’azienda, in parte di proprietà di viticoltori che collaborano con Fontanafredda ormai da generazioni.

La fermentazione, secondo tradizione, avviene ad una temperatura controllata di 32-33°C in vasche d’acciaio con cappello galleggiante; dura circa 20 giorni, con frequenti rimontaggi (il liquido viene aspirato dal fondo della vasca e pompato verso la cima della massa in fermentazione) al fine di ottimizzare l’estrazione di colore e tannini. Quindi il vino passa in affinamento per più di due anni in botti di rovere da 2.000 litri oppure in barrique. Il vino viene quindi imbottigliato per un ulteriore affinamento, la cui durata varia in funzione delle caratteristiche dell’annata, ma che comunque non è mai inferiore ai 12 mesi.

Affinamento in botti di rovere

Affinamento in botti di rovere

Le caratteristiche organolettiche

Dal punto di vista organolettico, il bouquet è pieno ed avvolgente, capace di svilupparsi nel corso del tempo senza perdere nessuna delle sue caratteristiche. Il colore è un rosso granata e intenso ed i profumi sono sia fruttati che speziati. Aromi di bacche rosse, ciliegie sotto spirito e confettura sono presenti sia al naso che al palato, insieme a profumi di rosa, viola sbiadita, cannella, pepe, noce moscata, vaniglia, timo, liquirizia, cocco, tabacco e pellame.

Il terroir Il terroir
Le origini Le origini